Sei qui: Home

Denuncia approvvigionamento idrico autonomo "pozzi" e denuncia obbligatoria delle acque provenienti da insediamenti produttivi assimilabili al civile scaricate nella pubblica fognatura. Anno 2018.

Stampa  E-mail  Lunedì 17 Dicembre 2018 09:03
ENTRO IL 31 GENNAIO 2019 TUTTI GLI UTENTI CHE SI APPROVVIGIONANO DA FONTI DIVERSE DAL PUBBLICO ACQUEDOTTO (Esempio: pozzi artesiani, corsi d’acqua superficiali, invasi artificiali e naturali, ecc...) SONO TENUTI A PRESENTARE DENUNCIA DEL VOLUME D’ACQUA PRELEVATO NELL’ANNO 2018.
 
LA DENUNCIA DEVE ESSERE EFFETTUATA SU APPOSITI MODELLI DISPONIBILI SUL SITO www.acquevenete.it O PRESSO:
• IL COMUNE DI RESIDENZA
• acquevenete spa:
- ROVIGO, VIALE B.T. DA GAROFOLO 11
- ADRIA, VIA ARZERON 22/A
- LENDINARA, VIA GARIBALDI 8
- OCCHIOBELLO, VIA ROMA 2° TRONCO 20/22
- CASTELNOVO BARIANO, VIA ARGINE PO 50
E DA PRESENTARE TRAMITE INVIO A MEZZO POSTA A:
acquevenete spa viale B.Tisi da Garofolo, 11 – 45100 Rovigo
O DIRETTAMENTE PRESSO GLI SPORTELLI DI:
ROVIGO - VIALE B. T. DA GAROFOLO, 11, ADRIA - VIA ARZERON, 22/A, LENDINARA - VIA GARIBALDI, 8, OCCHIOBELLO - VIA ROMA, 2° TRONCO 20/22, CASTELNOVO BARIANO - VIA ARGINE PO, 50.
ENTRO IL TERMINE DEL 31 GENNAIO P.V.
Si ricorda che per omesse o infedeli denunce troveranno applicazione le sanzioni previste della
vigente normativa.